.

.

giovedì 6 febbraio 2014

Pasta phyllo

Ecco una delle preparazioni di base che secondo me danno più soddisfazione: la pasta phyllo. Con questo impasto si può veramente dare spazio alla fantasia per creare tanti piatti, al forno e fritti, e poi è sempre una bella soddisfazione farsela con le proprie mani a casa.

Possiamo fare una pasta phyllo sia per preparazioni salate che dolci. 
Gli ingredienti sono i seguenti:

Per la base salata:
500 gr. di farina
280 gr. di acqua a temperatura ambiente
10 gr. di olio  + olio per spennellare
4 gr. di sale

Per la base dolce:
500 gr. di farina
240 gr. di acqua
2 tuorli
10 gr. di olio + olio per spennellare
1 gr. di sale


Il procedimento consiste nell'impastare tutti gli ingredienti e suddividere l'impasto in panetti dello stesso peso. Farli riposare 30'. 


Bisogna poi stendere con il matterello questi panetti e fare dei dischi di circa 15 cm. di diametro. Dopodiché bisogna spennellare con l'olio il primo disco di pasta, mettere un secondo disco sopra il primo, spennellare anche il secondo disco e posizionare un terzo disco di pasta sopra, fino ad un totale di 4 dischetti di pasta.


Ungiamo solo le parti dei dischi a contatto tra loro.

Con un piccolo matterello (piccolo di spessore) schiacceremo la pasta facendo tante piccole righe perpendicolari, per non fare uscire l'olio durante la lavorazione, e poi stenderemo la pasta fino a farla diventare sottilissima. Ci si può aiutare tirandola con le mani, "stendendola" sul matterello e poi tirandola nuovamente. Ho visto questa preparazione varie volte e in diversi modi e, come sempre, ognuno ha il proprio metodo. Ciò che conta è che alla fine del lavoro dovremmo riuscire a leggere un foglio di giornale posizionato sotto la pasta, a dimostrazione che siamo riusciti a tirarla veramente fine.
A questo punto avremo una pasta da farcire come più ci piace e da cuocere in forno fino a doratura.
Spennellate con l'olio prima di infornare.
Esempio farcitura


Nessun commento:

Posta un commento