.

.

domenica 30 marzo 2014

La tempura

La tempura consiste nel friggere degli ingredienti precedentemente coperti da una pastella.

Prendiamo ad esempio la tempura vegetariana e, per circa 1 kg. di verdure da friggere, consideriamo una proporzione di 400 ml. di acqua gassata e 400 gr. di farina.

In particolare, abbiamo bisogno di:
  • un tuorlo d'uovo grande
  • un goccio di olio evo
  • un pizzico di sale
  • 400 ml. di acqua gassata
  • 400 gr. di farina (metà di farina debole e metà di fecola)
  • 8 gr. di zucchero

Possiamo scegliere verdure miste o un solo tipo di verdura.
Dobbiamo amalgamare gli ingredienti senza lavorarli troppo. Cominciamo con la pastella versando in una ciotola  metà quantità di fecola, tutta la farina, lo zucchero e il sale. Lavoriamo questi ingredienti e poi mettiamo l'acqua e, infine, mettiamo il tuorlo. Mettiamo tutto a riposare in frigorifero.

Con l'altra metà di fecola rimanente infariniamo i bastoncini di verdure precedentemente lavati, asciugati e tagliati e, infine, versiamo la pastella  fredda sulla verdura prima di friggere.

Scaldiamo l'olio e friggiamo la tempura per 1 minuto e poi la facciamo asciugare su carta paglia prima di servire.

Buona tempura.

sabato 29 marzo 2014

Plumcake fragole e menta




Oggi ho avuto questa idea per la colazione: un plumcake con fragole fresche, foglioline di menta sminuzzate e pinoli.
Ha un sapore molto buono, deciso, delicato e fresco. Ve lo consiglio veramente.

Ingredienti:
  • 100 gr. di farina per panettone
  • 100 gr. di farina di riso
  • 50 gr. di fecola
  • 1 bustina di lievito chimico in polvere
  • 200 gr. di fragole tagliate a pezzettini piccoli
  • 2 gr. di foglioline di menta sminuzzate
  • 1 limone grattugiato
  • succo di mezzo limone per bagnare le fragole
  • 100 gr. di zucchero
  • 100 gr. di zucchero a velo più quello per spolverare il dolce alla fine
  • 5 uova
  • 200 gr. di burro
  • 15 gr. di pinoli

Come procediamo:
Laviamo e tagliamo le nostre fragole a pezzettini piccoli e poi spruzziamo del succo di limone fresco.

In una ciotola setacciamo le farine e il lievito.


A parte montiamo le uova con lo zucchero e, in un'altra ciotola, montiamo il burro con lo zucchero a velo.

Uniamo in un'unica ciotola le uova sbattute con lo zucchero e il burro montato con lo zucchero a velo, mescolando bene, e poi aggiungiamo anche il limone grattugiato, le farine setacciate con il lievito, le fragole, la menta e i pinoli.

Versiamo l'impasto in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato e poi cuociamo in forno a 180° per circa 35/40'.

Spolveriamo con zucchero a velo e lasciamo raffreddare prima di servire.



venerdì 28 marzo 2014

Merluzzo e focaccia al pesto di origano, cipolle e pomodorini

Per il pranzo di oggi, facciamo qualcosa di veloce da consumare. C'è il sole, non possiamo perdere troppo tempo in casa!
Serviamo il merluzzo condito con pesto di origano e lo accompagniamo a  qualche pomodorino pachino. 
Di contorno abbiamo una focaccia bianca ripiena di cipolle precedentemente insaporite in padella con burro e olio e del pesto di origano ancora, per rimanere in tema e perchè, secondo me, si accompagna bene.
A noi è piaciuto tanto, profuma di bella stagione!



Per il pesto di origano, troviamo la ricetta al seguente post: Pesto di origano.


Per il merluzzo:

  • 200 gr. di filetto di merluzzo fresco
  • qualche fogliolina di prezzemolo
  • un pizzico di sale
  • un goccio di olio evo
  • pomodorini pachino con olio e sale per condirli


Per le cipolle:
  • 2 cipolle bianche
  • una noce di burro
  • un goccio di olio evo
  • un pizzico di sale


Per la focaccia:
  • 500 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 250 ml. di acqua a temperatura ambiente
  • 30 ml. di olio evo
  • 12 gr. di sale
  • 100 gr. di lievito madre o 5 gr. di lievito di birra


Procediamo con:
  1. prepariamo il pesto e lo mettiamo in frigorifero.
  2. Prepariamo l'impasto della focaccia lavorando per bene tutti gli ingredienti e mettendo il panetto a lievitare in luogo tiepido e coperto da pellicola o da un canovaccio pulito.
  3. Quando l'impasto avrà raddoppiato il suo volume lo schiacciamo con le dita e lo sgonfiamo. Facciamo dei buchi con i rebbi della forchetta sulla pasta, mettiamo la farcitura di cipolle (precedentemente saltate per 2 minuti in padella con un goccio di olio, una noce di burro e un pizzico di sale) e il pesto. Chiudiamo la focaccia verso l'alto dandole la forma di un triangolo.
  4. Rimettiamo a lievitare per 30'.
  5. Cuociamo in forno a 200° circa per 20', mettendo una ciotola d'acqua sul fondo del forno per i primi 10' di cottura.
  6. Nel frattempo scaldiamo olio e burro in padella e cuociamo velocemente il merluzzo. Saliamo e  insaporiamo con qualche fogliolina di prezzemolo.



Serviamo il merluzzo spalmandogli sopra il pesto di origano, accompagnandolo con qualche pomodorino condito con sale e olio e con una fetta di focaccia farcita.



Piatto per 2 persone (il merluzzo) e per 4 persone (la focaccia).
Esecuzione: media.
Tempi: 30' + tempi di lievitazione e cottura in forno.




giovedì 27 marzo 2014

Pesto di origano

Oggi ho preparato questo pesto di origano buonissimo, adatto a molteplici usi. Se vi piace potete usarlo anche solo per condire la vostra pasta.
Io l'ho pensato in abbinamento alle cipolle.

L'ho preparato con:

  • 1/3 di spicchio d'aglio
  • 1 gr. di sale grosso
  • 20 gr. di foglioline di origano
  • 50 gr. di parmigiano 
  • 100 ml. di olio evo
  • 20 gr. di pinoli

Se usiamo il mortaio tritiamo prima il sale con l'aglio, poi aggiungiamo l'origano fresco e continuiamo a tritare. 
Uniamo i pinoli e li tritiamo insieme al resto.
Una volta tritati bene i pinoli aggiungiamo il parmigiano, continuando a tritare e, per ultimo, versiamo l'olio a filo.
Conserviamo subito in frigorifero in un contenitore ermetico.

Se usassimo il frullatore dovremmo avere cura di mettere il bicchiere in frigorifero un'oretta prima di frullare. E' meglio anche frullare a scatti veloci. Tutto ciò per evitare il surriscaldamento del pesto e comprometterne la qualità.


Esecuzione: semplice.
Tempi: 10'.
Quantità per 4 persone, se usato come salsa per una prima portata.




Dolcetti all'ananas e rosmarino

Vi va di fare insieme questi dolcetti, ottimi per un dopo pasto, ma anche in tutti gli altri momenti della giornata?



Vi consiglio l'insolito abbinamento dell'ananas con il rosmarino. E' davvero buono e lascia un sapore di fresco in bocca, molto gradevole.
Sono semplicissimi e veloci da preparare e con pochi ingredienti. 
Vi avviso, uno tira l'altro.

Ci servono:
  • 1 vasetto di yogurt all'ananas
  • 80 gr. di zucchero
  • 100 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 100 gr di farina di riso
  • 1/2 bustina (8 gr.) di lievito secco in polvere
  • foglioline di rosmarino lavate e sminuzzate
  • 50 gr. di burro fuso
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • la scorza grattugiata di mezzo limone
  • 1 uovo
  • se avete anche un ananas fresco, potete tagliare qualche cubetto piccolo del frutto e unirlo all'impasto.

Setacciamo e amalgamiamo le farine, il lievito, il limone, il rosmarino in una ciotola.
In un'altra ciotola amalgamiamo, senza lavorare troppo, l'uovo e lo zucchero.
Uniamo i due composti e aggiungiamo gli altri ingredienti, lo yogurt, il burro e l'olio.

Avremo un composto morbido da versare nei mini pirottini e da cuocere in forno già caldo a 180° per 20' circa. 

Esecuzione: semplice.
Quantità: 15 dolcetti.
Tempi: 30'.



mercoledì 26 marzo 2014

Ravioli al basilico ripieni di mele, ricotta e parmigiano serviti in salsa di trota






Vi presento la mia idea per la cena di questa sera: dei ravioli impastati con foglioline di basilico fresco sminuzzato e ripieni di ricotta e mele. Per la salsa di accompagnamento ho pensato alla trota, saltata in padella con burro e condita con parte della farcitura di ricotta e mele.


E' un piatto bello, davvero saporito e buono. Non pensate al raviolo dolce perché non sa di dolce, ma di delicato e saporito! Gli elementi, a mio avviso, si alternato bene tra di loro. Poi come sempre è questione di gusti... 

Cominciamo con gli ingredienti.

Per la pasta abbiamo bisogno di:
  • 150 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 50 gr. di farina di semola
  • 2 uova
  • 1 goccio di vino bianco
  • qualche fogliolina di basilico lavata e sminuzzata

Per la farcia abbiamo invece bisogno di:
  • 1 mela
  • 1 vasetto di ricotta
  • sale, pepe
  • una grattugiata di parmigiano

Per il condimento abbiamo infine bisogno di:
  • 25 gr. di buon burro
  • 100 gr. di filetto di trota
  • sale, pepe
  • 1/2 spicchio d'aglio
  • la parte di farcia che ci è avanzata 

Cominciamo con setacciare le farine e metterle nel classico metodo a fontana. Nel centro rompiamo le uova, sminuzziamo il basilico e il vino. Impastiamo tutto e lasciamo riposare per 30' coperto da pellicola o da una ciotola capovolta. Se lasciamo riposare la pasta più a lungo, è meglio metterla in frigorifero.


Prepariamo la farcia lavando la mela e frullandola con parmigiano, ricotta, sale e pepe.

Stendiamo la pasta con il matterello fino ad ottenere uno strato sottile. Per vedere se lo strato di pasta è abbastanza sottile, mettiamo un foglio di giornate sotto la pasta e verifichiamo se il foglio si vede bene.

Cominciamo a tagliare delle strisce di pasta e poi dei quadrati di circa 4 cm. Riempiamo con la farcia preparata, uniamo due lembi di pasta formando un triangolo e uniamo le due punte del triangolo formando un cappelletto.
Spolveriamo con un po' di farina di supporto.

In una padella scaldiamo e facciamo sciogliere il burro con l'aglio, aggiungiamo la trota tagliata a pezzettini e la facciamo cuocere per qualche minuto. Aggiustiamo di sale, pepe e uniamo parte della farcia che ci è avanzata nel fare i ravioli. 
Facciamo cuocere i nostri ravioli in acqua salata bollente e finiamo la cottura in padella con il condimento, infine serviamo con qualche fogliolina di basilico fresco nel piatto.


Esecuzione: media.
Piatto per 4 persone.
Tempi: 50'.

Vi consiglio veramente questo piatto.
Ciao, alla prossima!
Tiziana




lunedì 24 marzo 2014

Muffin alle more e miele di girasole

Oggi i muffin li possiamo preparare con more e miele. Se vi piacciono, questa è la ricetta.



Ingredienti:

  • 125 gr. di amido di mais
  • 125 gr di fecola di patate
  • 125 gr. di farina di riso
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci in polvere
  • 2 uova intere
  • 180 gr. di zucchero
  • 1 cucchiaio di miele di girasole
  • 125 ml. di panna
  • 70 ml. di olio evo
  • circa 20 more
  • zucchero a velo per spolverare

Mescoliamo in una ciotola le farine setacciate, il sale e il lievito e, in un'altra ciotola, lavoriamo velocemente zucchero e uova. Uniamo i contenuti delle due ciotole e aggiungiamo il miele, la panna e l'olio. 
Lavoriamo tutto per bene e, infine, aggiungiamo le more lavate.

Riempiamo i pirottini dei muffin e cuociamo in forno già caldo a 180° per circa 20'.

Esecuzione: semplice.
Tempi: 30'.
Quantità: 12 muffin.



domenica 23 marzo 2014

Gnocchi di mele, pere e parmigiano serviti con burro e ricotta


Oggi prepariamo questi gnocchi fatti con mele, pere e parmigiano.
Li facciamo saltare in padella con burro fuso, ricotta e latte e li serviamo con qualche fogliolina di menta sminuzzata.

Gli ingredienti per l'impasto sono:
  • 2 mele grandi da frullare
  • 1 pera grande da frullare
(per un totale di circa 300 gr. di polpa di frutta)
  • 100 gr. di parmigiano
  • 150 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova
Gli ingredienti per la salsa sono:
  • 200 gr. di ricotta
  • 50 gr. di buon burro
  • un goccio di latte fresco
  • foglioline di menta fresca sminuzzate

Laviamo, tagliamo e frulliamo la frutta e poi, con l'aiuto di un colino, cerchiamo di eliminare l'acqua in eccesso. 
Per un risultato migliore bisognerebbe mettere la frutta in forno per una decina di minuti e poi tagliarla e frullarla.

Impastiamo polpa di frutta, parmigiano, sale, uova e farina cercando di non aggiungere, nel caso, troppa farina in più. Rischieremmo di ottenere un effetto gommoso anziché soffice.

La quantità di farina che ho indicato è stata sufficiente per me, ma bisogna sempre regolarsi di volta in volta, in base alle farine usate, all'umidità degli ingredienti, ..


Creiamo un bell'impasto e poi procediamo a tagliare e arrotolare tanti filoncini dai quali taglieremo gli gnocchi o le chicche.


Cuociamo in abbondante acqua salata fino a che non saranno venuti a galla e poi facciamo saltare in padella per qualche secondo con il burro fuso, la ricotta sciolta e un cucchiaio di latte.

Serviamo con delle foglioline di menta fresca sminuzzate per dare maggiore freschezza al piatto.

Piatto per 4 persone.
Esecuzione: media.
Tempi: 30'.

Buon appetito.





Girelle di pane con la coda ai semi di papavero e miele di girasole





Il pane di oggi lo facciamo con semi di papavero e miele di girasole.

Per l'impasto abbiamo bisogno di:
  • 300 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 186 ml. di acqua a temperatura ambiente
  • 6 gr. di lievito di birra o 70 gr. di lievito madre
  • 6 gr. di sale
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • 1 cucchiaino di miele di girasole
  • 10 gr. di semi di papavero
  • un goccio di latte per spennellare prima della cottura

Impastiamo tutto mettendo sale e grassi sempre alla fine e facendo attenzione a non mettere il sale a diretto contatto con il lievito di birra, se usate questo lievito. Con il lievito madre, invece, non c'è questo problema.
Facciamo un bel panetto liscio ed omogeneo e lo lasciamo lievitare fino al raddoppio del suo volume.

Tagliamo 3 pezzi di uguale peso e diamo forma al nostro pane. 
Mettiamo a lievitare i panini ancora per almeno un'ora, coperti da un canovaccio pulito o da pellicola. 
Con due pezzi di questo pane possiamo fare un cuore, come nell'esempio, oppure tre forme a girella con la coda. 
Possiamo anche fare 2 cuori tagliando il panetto in 4 parti più piccole.
Spennelliamo con un po' di latte o panna e inforniamo a 180° per circa 20', in forno già caldo, ricordandoci di mettere una ciotolina d'acqua sul fondo del forno, almeno per la prima metà del tempo di cottura.
Con gli ingredienti indicati sopra io ho fatto 3 panini grandi.

Esecuzione: media.
Tempi: dipendono dalla lievitazione e dalle temperature di ambiente e ingredienti.




sabato 22 marzo 2014

Panini alla salvia



Con questi panini profumati alla salvia abbiamo un buon pane da mangiare, un accompagnamento saporito delle nostre pietanze, un profumo buonissimo di salvia e pane appena cotto per tutta la casa e uno stimolo divertente per scoprire quali piatti vi si abbinano meglio.

Per prepararli abbiamo bisogno di:

  • 200 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 120 ml. di acqua
  • 6 gr. di lievito di birra oppure, come ho fatto io oggi, 50 gr. di lievito madre
  • 3 gr. di sale
  • 4 foglie di salvia da sminuzzare e inserire nell'impasto
  • emulsione di olio e sale per spennellare prima della cottura


Lavoriamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un bell'impasto liscio e omogeneo che dovrà lievitare fino al raddoppio del suo volume.
Se utilizziamo il lievito di birra, lo sbricioliamo nell'acqua facendolo sciogliere e stiamo attenti a non metterlo a contatto con il sale (che va aggiunto sempre alla fine).

Dopo la lievitazione, facciamo 4 pezzature, "pirliamo" cioè arrotoliamo velocemente le palline di pane su se stesse, cercando di "chiudere" l'impasto e favorendo la successiva lievitazione verso l'alto.
Facciamo lievitare ancora per un'ora sulla teglia da forno, coperte da un canovaccio pulito.

Prima della cottura spennelliamo con emulsione di olio e sale.

Cuociamo in forno già caldo a 200° per 15/20', mettendo una ciotolina d'acqua sul fondo del forno.



Patate gratinate con salsa di porri e zafferano



Oggi ho preparato questo contorno davvero saporito e l'ho abbinato ad un piatto di filetto di salmone al forno.
Se vi piacciono i porri, le patate e lo zafferano, vi consiglio veramente di provarlo! 



Gli ingredienti che ci servono, per un piatto per 4 persone, sono: 

  • 1 porro
  • 3 patate grandi
  • 1/2 spicchio d'aglio
  • una noce di buon burro (con 82% di materia grassa)
  • acqua o brodo per la cottura
  • 100 ml. di panna
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 cucchiaio di amido di mais per addensare la salsa
  • sale
  • parmigiano

Procediamo con lessare le patate senza sbucciarle fino a che diventano tenere, ma ancora consistenti.

Laviamo, tagliamo il porro a rondelle (senza frullare nulla) e lo facciamo scaldare in padella con una noce di burro e l'aglio. Portiamo quindi avanti la cottura bagnano con acqua o brodo vegetale per circa 10'. Assaggiate per verificare la cottura. 
A questo punto uniamo la panna e, continuando a mescolare, aggiungiamo lo zafferano e l'amido di mais. Spegniamo il fuoco e mescoliamo bene per addensare.

Nel frattempo peliamo e tagliamo le patate a fette.
Imburriamo una pirofila o la foderiamo con carta forno e poi cominciamo ad alternare uno strato di patate ad uno di salsa. Saliamo i vari strati e terminiamo con l'ultimo di salsa.
Se ci piace, possiamo anche grattugiare il parmigiano.

Cuociamo in forno preriscaldato a 180° per 5'.

E' davvero buona e saporita.
Alla prossima, ciao.
Tiziana


Biscotti pinoli e uvetta al marsala



Con i biscotti non finiamo mai di sperimentare, sia perché solitamente si possono fare in maniera semplice e veloce, sia perché si prestano ad essere lavorati con tanti differenti ingredienti e, infine, perché sono talmente buoni e adatti a qualsiasi momento della giornata che risulta ancora più bello inventarsi sempre forme o abbinamenti diversi.

Oggi prepariamo dei dolcetti con:
  • 200 gr. di farina
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 1 uovo
  • 30 gr. di uva sultanina
  • 10  ml. di marsala
  • 60 gr. di buon burro (con almeno 82% di materia grassa)
  • 80 gr. di zucchero
  • 10 gr. di pinoli
  • 1 bustina di lievito per dolci in polvere

Impastiamo tutto partendo da burro e zucchero; uniamo uova, pinoli, farina e lievito e, alla fine, aggiungiamo l'uva lavata e messa a bagno con il marsala.

Stendiamo con il matterello l'impasto ottenuto, fino ad uno spessore di 2 cm e poi ritagliamo le nostre formine. Non diamogli una forma perfetta, sono belli "rustici".

Cuociamo in forno già caldo a 180° per una decina di minuti.
Se ci piace un biscotto più morbido, mettiamo una ciotolina con l'acqua sul fondo del forno.

giovedì 20 marzo 2014

Muffin al cocco

Chi non ha mai fatto i muffin, chi non ne ha mai mangiato uno, ...? Li abbiamo visti sotto mille vesti e continueremo a farlo dato che sono un classico buonissimo e semplice, che solitamente mette tutti d'accordo.

Per questi muffin abbiamo bisogno di:
  • 125 gr. di farina di riso
  • 125 gr. di fecola di patate
  • 125 gr. di farina di cocco
  • 1 pizzico di sale
  • 16 gr. di lievito per dolci in polvere (pari ad una bustina)
  • 2 uova intere
  • 180 gr. di zucchero
  • 125 ml. di panna
  • 70 ml. di olio evo
  • 100 gr. di cocco disidratato

Setacciamo le farine in una ciotola insieme al sale e al lievito e le amalgamiamo con un cucchiaio.

In un'altra ciotola mescoliamo uova e zucchero e poi uniamo il tutto nella ciotola delle farine.

Continuando a mescolare, uniamo panna, olio e cocco disidratato.

Preriscaldiamo il forno, riempiamo gli stampini dei muffin fino a 3/4 e poi cuociamo a 180° per circa 20'.

Esecuzione: semplice.
Tempi: 30'.
Quantità: 12 muffin.

Buona merenda,
Tiziana


Ravioli ripieni di asparagi e prosciutto cotto accompagnati con funghi






Oggi prepariamo questi ravioli davvero saporiti.







Per la pasta ci servono:
  • 200 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 2 uova

Per il ripieno
  • un mazzetto di una decina di asparagi
  • 4 fette di prosciutto arrosto
  • un pizzico di sale
  • olio evo per cuocere 
  • noce moscata

Per l'accompagnamento:
  • 100 gr. di funghi
  • 1/2 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • brodo o acqua per cuocere
  • sale, pepe
  • 1 cucchiaio di burro per  mantecare


Prepariamo prima l'impasto dei ravioli, lavorando farina e uova, per poi lasciarlo riposare almeno 30', coperto da pellicola e in una ciotola coperta.

Laviamo, tagliamo e cuociamo gli asparagi al vapore, bolliti o in padella rosolandoli con un filo d'olio e poi ultimando la cottura a fuoco vivo bagnando con acqua fino a quando non saranno teneri. Aggiustiamo con un pizzico di sale.
Frulliamo gli asparagi con il prosciutto, cospargiamo con un pizzico di noce moscata e facciamo raffreddare questa farcia dei ravioli.

Stendiamo la pasta con il matterello, facciamo delle strisce di pasta e diamo forma ai ravioli con la farcia che abbiamo preparato. In questo caso ho fatto tanti quadrotti.
Lasciamo asciugare i ravioli spolverandoli con della farina di supporto e intanto prepariamo il condimento.

Scaldiamo l'olio e l'aglio in padella e facciamo cuocere i funghi velocemente, fino a quando saranno teneri. Bagniamo con brodo vegetale o acqua e, alla fine, saliamo e pepiamo.

Portiamo a bollore l'acqua per la cottura dei ravioli, saliamo e cuociamo i ravioli (1 o 2 minuti di cottura al massimo). Terminiamo la cottura mettendo i ravioli nella padella dei funghi e mantecando con una noce di burro.

Esecuzione: media.
Tempi: 30' + tempo di riposo della pasta.
Piatto per 4 persone



Insalata di cavolfiore e peperone giallo

Questo piatto di verdura, condito con un goccio d'olio, olive verdi ed erba cipollina è ideale come contorno, come insalata tiepida e, perché no, nel mio caso come piatto unico accompagnato da un buon panino quando non si ha molta fame!


Laviamo, tagliamo e mettiamo a cuocere il cavolfiore e il peperone giallo. Possiamo cuocere a vapore, come faccio spesso io, possiamo bollire, possiamo usare la padella, un goccio di olio evo, aglio e acqua/brodo per portare avanti la cottura.
Decidiamo cosa fa di più al caso nostro e alla fine saliamo.

Mettiamo tutto in una ciotola capiente con un goccio di olio evo, una manciata di erba cipollina e qualche oliva verde tagliata.

Ingredienti: 
  • 1 bel cavolfiore
  • 1  peperone giallo
  • sale, olio evo, erba cipollina
  • 10 olive verdi tagliate


Esecuzione: semplice.
Tempi: 15', anche se dipende dal metodo di cottura. 
Piatto per: se usato come contorno, per 4 persone.

mercoledì 19 marzo 2014

Panini menta e rosmarino




Ecco un altro modo per dare un sapore particolare e unico al nostro pane.

Questi panini, semplicissimi e veloci da preparare,  accompagnano con gusto il nostro pasto.
Li ho preparati con:
  • 200 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 120 ml. di acqua a temperatura ambiente
  • 6 gr. di lievito di birra
  • 3 gr. di sale
  • qualche fogliolina di rosmarino e di menta tagliate finemente

Lavoriamo bene tutti gli ingredienti, facendo sciogliere il lievito nell'acqua e facendo attenzione ad aggiungere il sale per ultimo e a non metterlo a contatto con il lievito di birra. Lasciamo lievitare fino al raddoppio del volume.
Trascorso il tempo di lievitazione, tagliamo 4 o 5 pezzi di pasta di uguale peso e li lavoriamo leggermente formando delle palline. Le "pirliamo" e le lasciamo lievitare sulla teglia per un'altra ora, sempre coperte.
Preriscaldiamo il forno e cuociamo a 200° per circa 15/20', mettendo una ciotola d'acqua sul fondo del forno.

martedì 18 marzo 2014

Panini ai semi di finocchio




Oggi ho preparato questi panini con i semi di finocchio. Sono semplici e molto saporiti.
Questa volta, un po' per mancanza di tempo e un po' per cambiare, ho usato il lievito di birra anziché il lievito madre.

Ecco gli ingredienti:
  • 200 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 120 ml. di acqua a temperatura ambiente
  • 6 gr. di lievito di birra
  • 8 gr. di semi di finocchio
  • 3 gr. di sale

Lavoriamo bene tutti gli ingredienti, facendo sciogliere il lievito nell'acqua e facendo attenzione ad aggiungere il sale per ultimo e a non metterlo a contatto con il lievito di birra. 
Formiamo un impasto liscio e omogeneo e poi lo lasciamo lievitare fino al raddoppio del suo volume, in una ciotola capiente, coperto con un canovaccio pulito o con pellicola.

Trascorso il tempo di lievitazione, tagliamo 5 pezzi di pasta di uguale misura e li lavoriamo leggermente formando delle palline. "Pirliamo" e lasciamo lievitare ancora un'altra ora, sempre coperti.

Cuociamo in forno già caldo a 200° per circa 15/20', mettendo una ciotola d'acqua sul fondo del forno.








lunedì 17 marzo 2014

Tagliolini al nero di seppia con frutti di mare marinati al miele di tiglio

Per la cena di questa sera, pensiamo al mare.


Ho preparato la pasta dei tagliolini con:

  • 200 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 2 uova
  • 1 bustina di nero di seppia
Ho impastato uova e farina mettendo la farina nel classico metodo a fontana e le uova al centro insieme al nero di seppia. Ho amalgamato il nero di seppia alle uova e poi ho impastato il tutto, lasciando riposare almeno 30' l'impasto ottenuto.
L'impasto si può lasciare sul piano di lavoro coperto da una ciotola o coperto con pellicola.
Ho steso la pasta con il matterello e, con l'aiuto della macchina sfogliatrice, ho fatto i tagliolini. Li ho lasciati asciugare cospargendoli con un po' di farina di supporto e poi li ho messi in cottura.


Per condire ho utilizzato:
  • 1 cucchiaio di miele di tiglio
  • 180 gr. di misto di mazzancolle, polpi e seppie tagliati a pezzettini 
  • sale
  • prezzemolo tritato
  • olio evo per cuocere e per servire
  • pomodorini pachino per accompagnare

Ho messo il pesce lavato e tagliato a marinare con il miele in un contenitore coperto. L'ho preparato un'ora prima dell'utilizzo e l'ho lasciato in frigorifero.

Mentre ho messo l'acqua a bollire per la cottura dei tagliolini, ho cotto in padella con un goccio di olio evo il pesce precedentemente marinato. Ho aggiustato di sale e ho condito con il prezzemolo tritato.
Infine, dopo aver cotto i tagliolini in acqua bollente per pochi minuti, li ho fatti saltare velocemente in padella con il pesce. 
Ho condito con un goccio di olio evo e con qualche pomodorino.

Esecuzione: media.
Tempi: 30' più il tempo di riposo della pasta.
Piatto per 4 persone.

domenica 16 marzo 2014

Asparagi al prosciutto arrosto con crema di pollo e verdure al profumo di zafferano


Oggi ho preparato questi asparagi, facendoli bollire per qualche minuto fino a quando non diventano teneri, e poi li ho farciti arrotolandoli nelle fette di prosciutto arrosto.

Li ho serviti con una crema fatta di:
  • una fettina di petto di pollo
  • 1 zucchina, 1 carota, mezza cipolla
  • sale e pepe
  • zafferano (poco, 1/3 di una bustina)
  • un goccio di olio evo per la rosolatura in padella

La crema si prepara frullando pollo e verdura, precedentemente cotti velocemente in padella a fuoco vivace. La cottura in padella si accompagna con brodo vegetale o bagnando con acqua e lo zafferano si scioglie e si aggiunge in padella verso la fine della cottura.

Esecuzione: semplice.
Tempo: 20'.
Piatto per 4 persone.

sabato 15 marzo 2014

Ravioli sfogliati alla salvia e rosmarino ripieni di pollo e verdure allo zafferano




Per questa sera ho preparato una pasta sfogliata, questa volta con rosmarino e salvia. 
E' davvero saporita e buona. 
Per il ripieno ho pensato al petto di pollo con le verdure, mentre per servire sono andata sul semplice con burro aromatizzato alla salvia e rosmarino.

Piatto per 4 persone.
Esecuzione: media.
Tempi: 45'.


Ingredienti per la pasta:
  • 200 gr. di farina 1 macinata a pietra
  • 2 uova
  • un ciuffo di rosmarino e 3 foglie grandi di salvia
Ingredienti per il ripieno:
  • 1 fetta di petto di pollo
  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla 
  • sale, pepe
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • zafferano (poco, 1/3 di una bustina)
Ingredienti per servire:
  • burro
  • 1 foglia di salvia
  • qualche fogliolina di rosmarino


1) Per prima cosa ho impastato la pasta mettendo la farina con il classico metodo a fontana e, al centro, le uova. Ho fatto un bell'impasto liscio ed omogeneo e l'ho lasciato riposare 30' coperto.

2) Ho lavato la verdura, l'ho tagliata e l'ho fatta rosolare in padella con un goccio d'olio evo insieme al petto di pollo. Ho continuato la cottura bagnando con brodo vegetale (va bene anche l'acqua) per circa 15', aggiungendo lo zafferano verso la fine della cottura. 
Ho frullato tutto, ho aggiustato di sale, pepe. 
Ho poi utilizzato questo composto per farcire i ravioli.


3) Ho steso la pasta con il matterello fino ad uno spessore fine, ho tagliato e disposto sopra la pasta le foglioline di salvia e rosmarino e poi ho ripiegato la pasta su se stessa, stendendola nuovamente con il matterello. Per questi passaggi  e fotografie vedi anche il mio post "Lasagna sfogliata al rosmarino con crema di carciofi e formaggio".



4) Ho farcito i ravioli e li ho chiusi piegandoli in due, arricciandoli in alto e schiacciandoli in basso ai lati facendo attenzione a non far uscire il ripieno. 
Li ho lasciati asciugare su un vassoio spolverandoli con della farina di supporto, per il tempo necessario a far bollire l'acqua per la cottura.



5) Ho portato a bollore l'acqua, l'ho salata e ho cotto i ravioli per qualche minuto. 
Assaggiateli sempre per controllare la cottura e fate attenzione a questo tipo di pasta che necessita qualche tempo in più per la cottura perché ha delle parti che sono arricciate e piegate.

6) Ho fatto sciogliere del burro in una padella e l'ho aromatizzato con della salvia e del rosmarino. Ho poi utilizzato questo burro per condire i ravioli.

Sono davvero buoni. Ve li consiglio.
Alla prossima, ciao.