.

.

martedì 31 marzo 2015

Lievito madre solido: conservazione senza rinfreschi per periodi più lunghi di 1 settimana

Quando abbiamo necessità di conservare il lievito madre per periodi superiori alla settimana, senza possibilità di fare i normali rinfreschi, possiamo scegliere tra:

  • congelarlo
  • trasformarlo in polvere e conservarlo in frigorifero


Se decidiamo di congelarlo, dobbiamo rinfrescarlo, farlo lievitare, chiuderlo in un barattolo e metterlo in frigorifero per un giorno prima di riporlo nel congelatore. 
Quando decideremo di scongelarlo, dovremo sempre lasciarlo un giorno in frigorifero e poi riportarlo a temperatura ambiente prima di fargli un rinfresco e prima di essere utilizzato per panificare. In questo caso, la sosta in frigorifero serve per evitare lo shock termico.
E' una tecnica non priva di rischi perché alcuni o molti microorganismi potrebbero morire e il lievito potrebbe soffrirne.

Se decidiamo invece di trasformarlo in polvere, dobbiamo impastare il lievito con una quantità di farina uguale a quella del lievito e lavorare a bassa velocità fino a quando avremo ottenuto una polvere.
Aspettiamo che la polvere si asciughi per bene e poi la mettiamo in un sacchetto alimentare per conservarla in frigorifero.
Quando decideremo di usare ancora il lievito per panificare, procederemo a riportarlo alla sua giusta consistenza. Dovremo quindi impastarlo con acqua fino ad ottenere un panetto solido e poi faremo i vari rinfreschi con acqua e farina per ridargli vigore.



14 commenti:

  1. post molto utile ed interessante
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  2. Ma dai! Questo proprio non lo sapevo Tiziana!
    Ogni volta ci "sveli" qualche utilissimo segreto!+Grazie di cuore ed un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, allora sono contenta!
      Grazie a te di far sempre parte di questo mio spazio.
      Ciao Maria!
      Tiziana

      Elimina
  3. Sei un pozzo di sapienza tesoro mio, adoro leggerti! I tuoi consigli sono molto preziosi!
    Credo che quando decidero di creare il mio
    pupetto mi attachero a te come una cozza!
    Avrò bisogno del tuo aiuto!
    Baci e felice giornata!
    Laura♡♡♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvai!!! Forza e coraggio!!
      Grazie Lauretta, ciao!

      Elimina
  4. Una recomendación que no conocía, gracias me la apunto.
    Besos crisylaura.

    RispondiElimina
  5. Buongiorno Tiziana, la parola: lievito madre mi spaventa...
    Ho fatto un corso sulla panificazione ma quando mi hanno detto le cure necessarie al lievito madre, la mia carriera da panificatrice è morta sul nascere.
    Dovrò rassegnarmi a comperare il pane in negozio e farmi gli occhi vedendo i tuoi ottimi risultati.
    Non avendo tempo nei prossimi giorni, ci tenevo ad augurarti una felice Pasqua a te e famiglia.
    Un abbraccio, Lorena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Lorena, grazie mille e tantissimi auguri anche a te e alla tua famiglia.

      Il lievito è molto impegnativo, ti capisco. Non è tanto la difficoltà, quanto forse la passione e l'empatia che si crea. E' un po' come con le piante, bisogna avere il pollice verde.
      Sono sempre contenta quando vedo che qualcuno si appassiona al lievito, ma capisco anche tutti coloro che non hanno tempo e possibilità di seguirlo. Purtroppo è sempre più difficile trovare anche panettieri che lo usino.

      Grazie di essere passata a trovarmi e tanti auguri ancora.
      Un abbraccio,
      Tiziana

      Elimina
  6. Ciao Tiziana, se oggi riesco a iscrivermi il 19 aprile vado al corso sul lievito madre speriamo che ci sia ancora un posto, ci tengo veramente tanto!
    Ti auguro una splendida giornata!
    Un abbraccio Laura♡♡♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, bravissima!!!
      Spero proprio per te! Scegli bene...
      Splendida giornata a te e un abbraccio anche da parte mia!
      Ciao
      Tiziana

      Elimina