.

.

giovedì 12 marzo 2015

Pici senesi all'aglio con porchetta toscana



Oggi impastiamo per il contest TIPI DA PICI




Cliccando qui è possibile accedere al sito dell'Associazione Italiana Food Blogger sul quale viene presentato l'evento e il contest che riguarda appunto i PICI, autentici tesori della gastronomia toscana.

La ricetta che ho preparato io è molto semplice perchè trovo che i pici siano un piatto di pasta buonissimo al naturale. 

Ricordo ancora la prima volta che li assaggiai a Siena, ormai un po' di anni fa: non li avevo mai mangiati, ma li ordinai subito appena li vidi sul menù durante la pausa pranzo di quella bella vacanza dei primi giorni di gennaio e li gustai con mio marito, seduti nei pressi di piazza del Campo e immersi in quella bella atmosfera tutta toscana.
Ci piacquero subito e ne comprammo delle confezioni in gastronomia da portare a casa che cucinammo appena possibile.

Oggi ho pensato di impastarli con acqua, farina e aglio e ho pensato anche di preparare  appositamente un pane all'aglio.

Gli ingredienti per la pasta sono:

  • 200 gr. di farina di grano tenero di tipo 1 macinata a pietra
  • acqua da versare a filo durante l'impasto, in quantità sufficiente per amalgamare bene il tutto e per creare un panetto liscio e omogeneo
  • una piccola grattugiata di aglio fresco

Io non metto mai il sale nell'impasto della sfoglia, ma mi limito a salare la pasta durante la cottura.
Per quanto riguarda la farina, mi piace sempre giocare con tipologie diverse di grani e forza glutinica, scegliendo sempre tra ottime farine italiane macinate a pietra. In questo caso specifico ho deciso di usare una farina di tipo 1.




Il pane che ho preparato e  usato per questa ricetta è un pane a lievitazione naturale con lievito madre, idratazione al 65%, con un sapore decisamente particolare dato dall'aglio (impastato direttamente con gli altri ingredienti) e il miele di castagno.

Ho voluto impastare con l'aglio affinché il pane avesse questo sapore deciso, ma ho voluto altresì conferire una nota di profumo e sapore a tutto l'impasto con un cucchiaio di miele di castagno. Il miele di castagno ha un sapore molto deciso e intenso che secondo me si abbina molto bene all'aglio: un dolce-amaro piacevole che ben si accompagna con il carattere forte di questi miei pici. 
Ho tagliato il pane a dadini piccoli perché mi piaceva questa consistenza e li ho fatti saltare in padella con un goccio di olio evo prima di usarli come condimento per il piatto.


Gli ingredienti per il pane sono:

  • 300 gr. di farina di tipo 1 macinata a pietra
  • 195 gr. di acqua
  • 5,5 gr. di sale
  • 1 spicchio d'aglio grattugiato o tagliato a pezzettini piccoli
  • 50 gr. di lievito madre al 40% di idratazione
  • 1 cucchiaio di miele di castagno

Vi consiglio di preparare il pane il giorno prima.
Per il metodo di preparazione vi rimando ai tanti articoli sul pane e sul lievito madre presenti su questo blog sotto l'etichetta Pane, che sono maggiormente dettagliati e specifici in materia di panificazione rispetto al presente articolo.
Ad ogni modo dobbiamo impastare farina, acqua e lievito madre a mano o nella planetaria alla velocità minima. Aggiungiamo il miele e continuiamo ad impastare. Non appena raggiungiamo una bella incordatura, versiamo anche il sale e impastiamo ancora. Alla fine aggiungiamo uno spicchio d'aglio grattugiato o tagliato a pezzettini piccoli. Formiamo una palla e la lasciamo riposare scoperta a temperatura ambiente per circa 1 ora. 

Spostiamo quindi l'impasto in un cestino da lievitazione, lo copriamo con pellicola o con un canovaccio pulito e lasciamo lievitare fino al raddoppio del suo volume, alla temperatura ideale di 28/30°.
Questa volta non ho fatto fare al pane nessun riposo in frigorifero.
Una volta raddoppiato il volume, trasferiamo l'impasto sul nostro piano di lavoro e gli diamo la forma desiderata usando della farina di supporto.
Lasciamo lievitare ancora per circa 30' mentre preriscaldiamo il forno e poi cuociamo alla temperatura di 220° per circa 25/30'.


Adesso mettiamoci all'opera 
per preparare i pici

Mettiamo la farina nel classico modo a "fontana", versiamo un po' di acqua al centro e cominciamo ad amalgamare tutto fino a che non avremo ottenuto un panetto liscio e omogeneo.
Lo copriamo e lo lasciamo riposare una ventina di minuti prima di lavorarlo nuovamente.
Trascorso il periodo di riposo della pasta, facciamo delle piccole pezzature e le arrotoliamo con le dita come indicato nella foto. I pici non sono una pasta sottile, quindi facciamo dei bei filoncini di pasta non troppo fini. 
Mettiamo infine i pici su un vassoio infarinato e facciamo bollire l'acqua per la cottura.

Mentre lessiamo i pici in acqua salata, mettiamo sul fuoco altre due padelle: una piccola dove facciamo rosolare con olio evo il nostro pane tagliato a cubetti piccoli e un'altra padella più capiente nella quale facciamo scaldare un po' di salsa di pomodoro e dove faremo saltare i pici per qualche secondo dopo averli cotti.


Prendiamo delle cocotte e le foderiamo con delle fette di porchetta toscana tagliata finemente, versiamo all'interno i nostri pici conditi con salsa di pomodoro e con i crostini di pane all'aglio.
La salsa che ho preparato io è aromatizzata con un mix di erbe aromatiche, tra cui timo, rosmarino, salvia, maggiorana, basilico, finocchio e menta.



Vi ho preparato anche un piatto senza pancetta


Buon appetito terra del buon vivere




10 commenti:

  1. Troppo tempo che non mangio i pici.. dovrei rifarli :)
    Un bacio :)

    RispondiElimina
  2. Ma che ricettina interessante e gustosa Tiziana. Bello il contest, non sapevo fossi toscana. Che bello! Ciaoooooo, Lorena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lorena!
      In realtà sono metà emiliana e metà lombarda, ma il contest è stato esteso ai blogger italiani così ho partecipato con piacere.
      Ti auguro un buon pomeriggio e a presto.
      Ciaoooo
      Tiziana

      Elimina
  3. ADORO LA PASTA IN CASA CHE PREPARI SEMPRE, BRAVA!!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Ma per favore...questo e' il modo per distruggere i pici....e te lo dice una senese!!!!!


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il contest chiede esplicitamente di reinventare i pici e non di attenersi alla ricetta classica, così come spiegato nell'articolo.
      ciao e buona serata

      Elimina
  5. Fantástica receta Tiziana. Very good !! Thank you.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gracias Emma! Thanks to you!!
      Nice afternoon,
      Tiziana :)

      Elimina