.

.

sabato 23 gennaio 2016

Giornata Nazionale delle Sarde in Saor nel Calendario del Cibo Italiano

Oggi ricorre la giornata nazionale delle Sarde in Saor nel Calendario del Cibo Italiano di cui Marianna Bonello è l'ambasciatrice ufficiale.
Se volete conoscere qualcosa di più di questo prodotto, ecco il link dove troverete il discorso di commemorazione sul sito dell'Associazione Italiana Food Blogger.
Per contribuire anch'io a questa giornata dedicata alle Sarde in Saor, vi ripropongo di seguito una ricetta che avevo preparato un pò di tempo fa.





Piatto per 4 persone
Tempo previsto 1 ora abbondante


Ingredienti:
  • 4 sarde a persona 
  • 1 cipolla grande
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 bicchiere di aceto di vino bianco
  • olio evo
  • 1 noce di burro
  • sale
  • pepe
  • un po' di farina per infarinare
  • acqua frizzante per la pastella 
  • olio per friggere

Procedimento:
  1. Tagliare finemente la cipolla (io l'ho lasciata a pezzetti più grandi e irregolari) e farla imbiondire in una padella con il burro o l'olio a fuoco basso. 
  2. Una volta che la cipolla sarà appassita, aggiungere vino bianco e poi aceto facendo sfumare (si può anche aggiungere a questo punto delle bacche di ginepro, l'alloro, pinoli e uvetta). Regolare con sale e pepe e tenere da parte.
  3. Pulire le sarde eliminando la testa, la lisca centrale, interiora e squame. Le laviamo e le infariniamo per friggerle. Possiamo decidere di infarinarle semplicemente o di preparare una tempura nel quale immergerle prima di friggerle. Se decidiamo di fare una tempura, dobbiamo prendere un recipiente, versare circa 100 g di acqua frizzante o birra, 250 g di farina e 1 uovo intero e poi immergere le sarde prima di friggerle.
  4. Friggiamo le sarde e le mettiamo ad asciugare su un piatto con un foglio di carta paglia.
  5. Prendiamo una terrina e alterniamo uno strato di sarde ad uno strato di salsa di cipolle. 


Questo è un piatto che risulterà ancora più buono se verrà preparato con un giorno d'anticipo.




12 commenti:

  1. Una tempura di sarde in saor dunque, bell'idea.

    RispondiElimina
  2. mai preparate ma questa tua ricetta mi ispira tanto!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere Silvia!
      Buon fine settimana e ciao
      Tiziana

      Elimina
  3. Che idea originale... complimenti. Grazie per il tuo contributo. Marianna

    RispondiElimina
  4. Si potrebbe dire che sono delle sarde in carpione, mi piace l'idea, immagino molto gustose !

    RispondiElimina
  5. La tempura la trovo giusta e delicata. Ottima idea!

    RispondiElimina