.

.

lunedì 29 agosto 2016

La Piazza dei Miracoli di Pisa, le magie dei bambini, una bacchetta magica e un augurio









Oggi vi saluto dalla meravigliosa Piazza dei Miracoli di Pisa.
Qui, come a Lucca, siamo stati tanti anni fa e ci siamo ritornati con Giulia a fare magie, con la bacchetta e il cappello da fatina costruiti al Parco di Pinocchio.











Usciamo dal nostro bed & breakfast di Lucca, costruito nell'800 e con le sue belle camere affrescate, per immetterci sulla Via Nuova per Pisa. Il cartello stradale segna 15 km per Pisa e noi ci dirigiamo lungo questa strada verde piena di curve. Ad un certo punto spunta in lontananza la Piazza dei Miracoli e lo stupore è infinito. Vederla dall'alto e a quella distanza mi fa immaginare persone e storie d'altri tempi, mi riporta al Rinascimento studiato sui libri di scuola e raccontato in tanti bei documentari.
Durante questi giorni felici e con gli occhi pieni di arte e di cultura tutta italiana, i pensieri vanno spesso e ampiamente al terribile terremoto che ha colpito il centro Italia.
I social network hanno parlato molto dell'evento e spesso in maniera non molto appropriata.
Io ho preferito continuare a raccontarvi le mie vacanze e i miei piatti perchè tutto scorre, tutto continua e perchè penso che le uniche cose davvero necessarie in questi terribili momenti siano gli aiuti veri (ognuno imprescindibilmente secondo le proprie possibilità e seguendo i canali della protezione civile), la solidarietà sincera e silenziosa, la misericordia profonda.
Senza aggiungere altre parole, perchè parole appropriate non ce ne sono mai per certe situazioni, oggi auguro il meglio a chi sta così male e vi saluto con qualche scatto dalla Piazza dei Miracoli di Pisa. 
Buona settimana e a presto.
  





















Giulia, già che ci sei, 
puoi trasformarmi in un grande Chef?
Ci provo mamma,
ma non so se ci riesco!
















Nessun commento:

Posta un commento